Caduta dei capelli: cosa puoi fare?

Desideri prevenire la caduta dei capelli o semplicemente rafforzare il cuoio capelluto?

In questo breve articolo cercheremo di capire cosa offre la natura e come possiamo agire in prevenzione. 

Secondo le statistiche più recenti circa il 39% di uomini, solo in Italia, soffre di calvizie. Anche le donne non sono esenti: quasi 4 milioni di donne, il 13% in Italia, soffre di perdita e recessione dei capelli. 

Il mercato moderno offre molte soluzioni: dai massaggi alle diete, ci sono integratori e interventi chirurgici. 

E non mancano i falsi miti sull’argomento:

“non usare il cappello, che perdi il capello!”

“non lavare spesso i capelli, che poi li perdi”

“ah, un capello bianco, strappalo… sciocco!!” 

Prima di investire le nostre risorse in qualsiasi tipo di soluzione cerchiamo di partire da una più ragionevole conoscenza del problema.

“Non voglio perdere i capelli!”

Come per qualsiasi patologia, si può diminuire il rischio di recesso dei capelli agendo in prevenzione. 

In questo articolo vedremo le domande più frequenti sulla perdita di capelli e per ognuna citeremo eventuali fonti e risorse utili. 

Mi raccomando, leggi fino alla fine così troverai anche i nostri consigli su quali integratori assumere. 

Senti la necessità di confrontarti con un esperto in fitoterapia?

Puoi contattarci in qualsiasi momento per fare le tue domande ad un nostro consulente. 

Pronti? Partiamo!

Sommario

  • Perché si perdono i capelli?
  • A che età si iniziano a perdere i capelli?
  • Quali rimedi per la caduta dei capelli?
  • Colasil per la caduta dei capelli

Perché si perdono i capelli?

I motivi dietro alla caduta dei capelli sono molti e i più frequenti sono:

La Genetica

Purtroppo la calvizie è soggetta a fattori di ereditarietà, non è raro vedere perdita di capelli nello stesso nucleo familiare. 

Il cambio stagione

D’estate la crescita dei capelli tende ad aumentare, mentre d’autunno vi è una perdita maggiore. Quindi se in questa stagione si nota un leggero incremento nella perdita non è detto che si stia andando incontro all’alopecia. Può essere un normale calo dovuto al cambio di stagione. 

Stile di vita: Cibo

Mangiare sano indubbiamente rafforza l’intero organismo e aiuta a prevenire la perdita di capelli. Da eliminare alimenti ricchi di zuccheri raffinati, bevande gassate e dolci industriali, questi indeboliscono il capello e costringono il follicolo pilifero a restringersi. 

Stile di vita: Attività Fisica

Anche l’attività fisica gioca un suo ruolo e, in questo caso, l’eccesso di sport può facilitare la perdita di capelli.

Secondo alcuni studi gli atleti di BodyBuilding vanno maggiormente incontro alla calvizie. Come mai? Il fenomeno è da attribuirsi alla cosiddetta “calvizie androgenetica”. Questo dato è da prendere con le “pinze”, ad oggi infatti non esistono studi scientifici che dimostrano la piena correlazione tra attività fisica con i pesi e perdita dei capelli. 

In questo esaustivo articolo di mypersonaltrainer.it puoi approfondire l’argomento. In breve, a giocare un ruolo determinante nella perdita di capelli c’è il DHT: “Un androgeno che può provocare l’indebolimento follicolare in alcune aree predisposte.”

Essendo il testosterone un precursore di questo androgeno fare attività che ne incrementa la produzione può, a rigor di logica, aumentare le probabilità di indebolire il cuoio capelluto.

Ricapitolando, la perdita dei capelli può dipendere da:

  • fattori genetici
  • stile di vita poco sano (alcool, cibi grassi e molti zuccheri)
  • cambio di stagione 
  • attività fisica che porta ad un’eccessiva produzione di testosterone, precursore del DHT, androgeno imputato nella perdita dei capelli

Possono essere chiamati in causa altri fattori scatenanti, che sono:

  • Disfunzioni della tiroide
  • Cure chemioterapiche
  • Alcuni farmaci per la depressione
  • Malattie come il Lupus o la psoriasi

Anche se non puoi agire in modo determinante sui fattori genetici, stile di vita e alimentazione sono sotto il tuo controllo. Interessandoti attivamente di queste aree può aiutarti a ridurre i rischi. 

Quando si inizia a perdere i capelli?

cadutaCapelli_2_puntophyto

In genere la perdita di capelli inizia in età adulta. Ma può verificarsi anche un diradamento nella fase della pubertà o in piena adolescenza. 

Come detto in precedenza, essendo soggetta a familiarità, ovvero una predisposizione per gli ormoni maschili, la perdita dei capelli può iniziare in qualsiasi momento. 

C’è da sottolineare che se un periodo della tua vita è caratterizzato da forte stress questo si può ripercuotere, tra le altre cose, sui tuoi capelli. 

Molte manifestazioni corporee sono la risposta ad uno stimolo neurologico: muscoli contratti, capelli che cadono, aumento di peso. Tutti questi aspetti spesso sono correlati ad uno stress mentale.

Preso atto delle varie cause cerchiamo di capire quali sono i rimedi per agire in prevenzione fin da subito. 

Rimedi per la perdita di capelli

Diciamo fin da subito che nessun rimedio garantisce un’efficacia completa. Senza scendere nel merito, in ambito farmaceutico i rimedi più consigliati per la perdita dei capelli sono due ed entrambi si pongono un obiettivo: limitare la conversione di testosterone in tipo androgeno (DHT) ed abbassare l’infiammazione del follicolo pilifero riducendo così il rischio di alopecia. 

I suddetti farmaci però non sono esenti da problemi e controindicazioni. Possono ridurre la libido e causa disfunzione erettile. 

Influenzare negativamente la pressione sanguigna e le funzioni renali. 

La scarsa presenza di farmaci e soluzioni adeguate è da attribuirsi alla poca importanza che viene data al problema calvizie. In Europa non è vista come una malattia ma più come un inestetismo, non sono state investite energie e denaro nella ricerca di soluzioni importanti. 

Eppure la maggioranza di chi ne è affetto accusa ripercussioni, oltre che sul piano fisico, anche su quello morale. L’insicurezza generata da un cambiamento fisico così importante può essere dolorosa e perdurare nel tempo. 

Il desiderio di trovare una soluzione è più che lecito!

Lontani dall’idea di assumere farmaci molti decidono di optare per un’alternativa naturale: gli integratori. 

La Vitamina B è la più consigliata, dona lucentezza e volume al capello ma ben lontana dal ridurne la perdita.


La nostra proposta: Colasil

Integratore a base di Silicio con 10 Brevetti mondiali

colasil

Hai mai sentito parlare del collagene? 

Il collagene (o collageno) è la principale proteina del tessuto connettivo. 

Il tessuto connettivo riveste tutto il nostro corpo: unghie, pelle e… capelli!

A differenza di tutti gli altri integratori in commercio, che si limitano ad un irrisorio apporto di Vitamine che a poco servono contro la calvizie, Colasil stimola la produzione di collagene. 

Di conseguenza migliora la qualità dei capelli, impedendone la caduta.

Quindi assumere Colasil è un buon modo per nutrire i capelli, dargli sostanza e rafforzarli. 

Se sei interessato a Colasil puoi richiedere maggiori informazioni conttatandoci al numero 0721 820 420.

Bene, siamo arrivati alla fine di questo articolo! 

Se stai cercando una soluzione per la perdita dei capelli potresti sentirti un po’ in confusione, le informazioni sono tante e le soluzioni proposte altrettante. 

Per dissipare ogni dubbio richiedi una consulenza gratuita con un esperto in fitoterapia. Prenota ora >

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments