Criotriturazione

Cos'è la Criotriturazione

La Criotriturazione o Criofrantumazione o Triturazione a freddo è una tecnica galenica che consente di mantenere intatti i costituenti di una pianta, evita inoltre l’utilizzo di solventi chimici per l’estrazione della stessa. Per dirlo in termini semplici Criotriturare una pianta è il modo migliore per conservarne intatte le proprietà benefiche.

Perché assumere un integratore lavorato in Criotriturato?

Perché si tratta di una tecnica completamente naturale basata sulle proprietà del freddo e dell’azoto, gas totalmente neutro. L’azoto viene iniettato nel sistema (non tocca direttamente la pianta) allo stato liquido, quindi ad una temperatura di -196°, mentre è in funzione il mulino criogenico: ciò permette di polverizzare finemente la pianta fino ad ottenere una perfetta micronizzazione, senza alcuna degradazione dei componenti della pianta stessa. (font: phytoitalia.it)

Infatti l’azoto, che è naturalmente presente nell’aria, protegge i componenti della pianta dall’ossidazione. 

Perché la Criotriturazione avviene a Freddo?

Se la pianta fosse semplicemente triturata il calore prodotto dal procedimento distruggerebbe gran parte degli enzimi, delle vitamine e di tutti i costituenti fragili della pianta. L’aumento della temperatura porta ad un degradamento delle molecole e si perderebbero i costituenti importanti. 

Per contro, la criotriturazione consente di mantenere fino al 30% in più dei principi attivi. La polvere, molto fine, che si ottiene con la criotriturazione mantiene inalterati i principi attivi della pianta.

I vantaggi del Criotriturato

In estrema sintesi il Criotriturato è un eccellente metodica in quanto:

  1. Rispetta l’integrità della pianta e ci consente di sfruttarne al meglio le proprietà
  2. La polvere ottenuta, molto fine, ne migliora l’assorbibilità da parte del nostro organismo e i suoi componenti vengono rilasciati più velocemente

La sicurezza della persona prima di tutto

PhytoItalia garantisce la massima sicurezza della Pianta Medicinale. Ci si potrebbe chiedere se in tutte le fasi di lavorazione la Pianta viene esposta a degli inquinanti. Ed è per questo che, finita la criotriturazione, la pianta subisce ulteriori controlli prima di essere messa in capsule vegetali. 

In particolare vengono eseguiti:

  • Controlli di tipo organolettico e battereologico
  • Controlli sul contenuto del principio attivo
  • Ricerca e verifica di agenti inquinanti quali metalli pesanti, radioattività o pesticidi attivi

Infine le Capsule vengono messe in capsule vegetali contenenti solo sostanze naturali. 

  • NO coloranti
  • NO conservanti

La produzione non utilizza coadiuvanti tecnologici (lattosio, stearato di magnesio o amido) quando non necessario. Le capsule sono realizzate di gelatina naturale o vegetale.